CASTELLO DEL BUONCONSIGLIO

  • Enti
  • CASTELLO DEL BUONCONSIGLIO
Categoria: attività per classi
Ambito: arte e storia
Tipo di attività: visita guidata; laboratorio didattico; attività sul territorio
Destinatari: scuola dell'infanzia; primaria; secondaria di primo grado; secondaria di secondo grado

Il Museo Castello del Buonconsiglio

Il Museo Castello del Buonconsiglio Monumenti e collezioni provinciali si articola su cinque sedi nel territorio della provincia e comprende, oltre al Buonconsiglio di Trento, il Castello di Stenico nelle Giudicarie, Castel Beseno nei pressi di Rovereto, Castel Thun in Val di Non e Castel Caldes in Val di Sole.

Il Castello del Buonconsiglio

Secolare sede dei principi vescovi, si articola in diversi corpi di fabbrica: il medievale Castelvecchio, originaria fortezza trasformata in residenza, il sontuoso e rinascimentale Magno Palazzo, luogo di potere e di rappresentanza, la seicentesca Giunta Albertiana e Torre Aquila, che conserva il celebre Ciclo dei mesi, capolavoro del Gotico Internazionale e manifesto della società feudale.
Oggi il Castello del Buonconsiglio è sede museale e raccoglie collezioni d’archeologia, d’arte -una ricca pinacoteca, un lapidario e una collezione di scultura lignea- e di arti applicate.

I Servizi educativi

Propongono una vasta gamma di attività educative, di divulgazione e di valorizzazione dei beni culturali per promuovere la frequentazione attiva del museo e la sensibilizzazione alla tutela del patrimonio comune.
Dai laboratori per le famiglie ai percorsi di ricerca per le scuole, dalle visite guidate per gli adulti fino a progetti più articolati, i servizi educativi del museo offrono opportunità diverse per conoscere un territorio, la sua cultura e la sua storia.
Personale specializzato progetta e gestisce percorsi calibrati su differenti tipologie di pubblico e promuove la ricerca nel campo dell'educazione al patrimonio culturale.

Apertura:

orario 9.30 - 17.00
Chiuso tutti i lunedì non festivi, il 25 dicembre il 1 gennaio

Prenotazioni:

Le prenotazioni devono essere effettuate telefonicamente: è un momento importante di dialogo e confronto, durante il quale il docente può individuare e concordare con un educatore museale esperto l’attività più adatta per ogni classe, per rispondere alle sue esigenze formative. Successivamente alla prenotazione telefonica è necessario spedire il modulo di conferma, scaricabile dal sito internet del museo, via fax -0461.982268- o via email.

Cancellazioni:

L’annullamento o la modifica della prenotazione devono essere effettuati esclusivamente per iscritto (fax o email) entro sette giorni lavorativi precedenti l’incontro.